Un sogno divenuto realtà: così si può riassumere Wikimania2016, il raduno mondiale di Wikipedia, che si è svolto l’estate del 2016 a Esino Lario, paesino delle Grigne della provincia di Lecco.
Sulla carta Wikimania è il ritrovo annuale dei volontari dell’enciclopedia libera di Wikipedia e dei progetti di Wikimedia: cinque giorni di conferenze, seminari per condividere idee e confrontarsi sui vari temi, che favoriscono la diffusione della conoscenza libera e gratuita.
Ma l’edizione che si è svolta a Esino Lario è stata molto di più, è stato un meraviglioso esperimento di collaborazione, tolleranza e incontro fra culture diverse. Forse mai prima d’ora, come in questo caso, il raduno dei wikipediani, i volontari di Wikipedia, ha centrato gli obiettivi e la mission della più grande enciclopedia open del mondo, uno dei 10 siti web più consultati al mondo.

Un meraviglioso esperimento di collaborazione

Wikimania2016 è nato dall’incontro di due sogni: quello di Jimmy Wales, che nel 2001 ha fondato Wikipedia per diffondere il sapere in tutte le parti del mondo, e quello di Iolanda Pensa, che ha candidato il suo paese per ospitare il raduno. Già altre città italiane lo avevano fatto in precedenza – Milano, Roma, Torino -, senza successo. Questo è il primo raduno che si svolge in Italia, finora si è svolto in metropoli come Buenos Aires, Washington, Londra o Città del Messico.
Nessuno poteva immaginare che la “perla delle Grigne” avrebbe passato le selezioni e vinto su altre città che sulla carta avevano tutti i titoli per vincere. Eppure è stato così, Esino Lario è arrivata in finale con Manila e ha vinto.
Merito di quel museo digitale che la famiglia Pensa ha dedicato alla storia della montagna, l’Archivio Pietro Pensa, e che costruisce da anni, che rispecchia perfettamente i valori e la filosofia di Wikipedia.

Tutti volontari per Wikipedia

E merito di una comunità che si è stretta attorno al sogno di Iolanda e l’ha aiutata a realizzarlo. Fin dell’inizio, da quando durante le selezioni, il comune si è offerto di trovare delle soluzioni ai problemi oggettivi che ci sarebbero stati. Erano 4 le problematiche principali: dove far dormire i 1000 volontari che sarebbero arrivati, dove farli mangiare, come farli arrivare e come connetterli alla rete. Tutti i 700 abitanti di Esino Lario sono diventati volontari di Wikimania2016 e hanno contribuito ad accogliere i wikipediani in arrivo e realizzare il raduno. Hanno lavorato intensamente e duramente per un anno e si sono resi disponibili per ospitarli, dar loro da mangiare, facendo corsi di inglese per superare le barriere linguistiche.
Un sogno diventato realtà, che ha portato un enorme beneficio per tutta la comunità. Basti pensare che fino a un anno prima, pochi conoscevano un paesino sulle Grigne che si chiamava Esino Lario. Oggi ne parlano in tutto il mondo.
E quando i 1000 volontari provenienti da 60 paesi del mondo sono arrivati, ovunque hanno trovato t-shirt azzurre con il logo di Esino Lario Wikimania 2016 ad aspettarli. Sono stati adottati dagli abitanti, portati in giro, intrattenuti, nutriti. Perché, oltre agli incontri, sono state previste attività di svago, escursioni, eventi serali, concerti, per far conoscere il territorio e le eccellenze enogastronomiche locali, come i formaggi della Valsassina.

Gli eventi in programma

Gli incontri sono stati divisi per tematiche, dalle più tecniche, su software, codici, diritti d’autore, alle più culturali, sui progetti di condivisione del sapere. Fra questi a Varenna, a Villa Monastero, si è tenuto il convegno “GLAM and cultural heritage in Italy – La cultura libera al tempo di Wikipedia”, dedicato al tema del libero utilizzo delle immagini dei beni culturali, che in Italia ha forti limitazioni legali.
Tra gli eventi collaterali, il 24 giugno, alle 21, presso la Chiesa di San Giovanni si svolge un evento promosso dal Festival di Bellagio e di Como, proiezione del film muto FRATE SOLE (1918) con musiche di Rossella Spinosa eseguite dal vivo.

 

 

raduno mondiale volontari wikipedia

Stazione di Varenna Esino, l’accoglienza dei volontari in arrivo per Wikimania2016.