Cosa fare e vedere a Varenna

Varenna è un piccolo borgo sul ramo orientale del Lago di Como. Si trova di fronte a Bellagio, a cui contende il primato di paese più bello del Lario. Lo dimostra il fatto che pochi mesi fa, Rick Stevens, celebre giornalista di viaggi americano, ha scelto uno scorcio di Varenna per la copertina della sua guida Italy 2017.

Adagiata sull’acqua, Varenna si può raggiungere in molti modi: in treno, in barca, in macchina, oppure, per chi fa trekking, anche a piedi.
Arrivare in barca, via lago, con il battello da Bellagio, o con un’imbarcazione privata, è in assoluto il modo migliore per scoprirla. Non si può che rimanere colpiti dalla bellezza del paesaggio: le casette di tutti i colori che si riflettono sull’acqua, le ville da sogno, la vegetazione rigogliosa, il promontorio del castello di Vezio, che la sovrasta e la protegge…


Una volta arrivati, le cose da fare e vedere sono tante. Anche perdersi tra i suoi vicoli e le sue contrade è piacevole, e ammirare in alcuni punti l’aspetto originario del borgo medioevale.

Se invece preferite andare mirati, ecco una piccola guida di cose da fare e vedere a Varenna.

 

#1 Una passeggiata lungo lago

Dall’Imbarcadero alla Riva Grande, c’è un percorso che costeggia il lago, chiamato la Passeggiata dell’amore: si tratta di una passerella ancorata alla roccia, che in alcuni punti consente di camminare sospesi sull’acqua. Da un lato si ha il lago, dall’altro i giardini delle bellissime ville che si affacciano sul Lario, con la loro florida vegetazione.

La Passeggiata dell’amore coincide con il primo tratto della Greenway dei Patriarchi, un itinerario che si sviluppa poi fino a Pino, ultima frazione di Varenna in direzione Lecco.

A metà strada tra l’Imbarcadero e la Riva Grande, c’è una piccola galleria creata dalla struttura in metallo che sorregge la passerella, usata come sostegno per far arrampicare le piante: in primavera è meravigliosa, con i fiori sbocciati.
Ultimo consiglio: la mattina è in ombra – il sole è alle spalle-, di pomeriggio è illuminata dal sole.

 

greenway dei patriarchi

#2 Vedere il Castello di Vezio

Un luogo ricco di storia e da cui si gode una vista impareggiabile, sul Centro Lario e su Varenna, proprio ai piedi del castello.
Le origini non sono chiare, alcuni storici sostengono che l’abitato di Vezio sia stato creato dai Celti e sia stato poi fortificato dai romani. Sicuramente è stato per secoli teatro di scontri e battaglie. L’aspetto attuale è di origine medioevale e sembra sia da attribuirsi a Teodolinda, regina dei Longobardi. Un tempo era circondato da mura, che proteggevano anche Varenna.
Oggi ospita una falconeria, con 5 rapaci che si esibiscono durante i pomeriggi.
Come arrivare: in macchina, da Varenna, prendere la strada per Esino. Salire per qualche tornante e prima di incontrare Perledo, seguire le indicazioni per Vezio.
Si può raggiungere anche a piedi, facendo una passeggiata di una mezz’oretta da Varenna: percorrere la via Corrado Venini verso l’Imbarcadero, fermarsi all’altezza dell’Albergo Montecodeno e seguire le indicazioni via per Vezio.

Biglietto di ingresso 4 €.
Per la presenza dei rapaci, i cani non possono entrare.

 

#3 Fare un bagno

Per chi vuole fare un bagno, prendere un po’ di sole, o soltanto pucciare i piedi nell’acqua, a Varenna c’è solo una riva dove poterlo fare: la Spiaggetta dei pescatori, dove c’è l’imbarcadero dell’Hotel Royal Victoria. Si raggiunge lasciandosi alle spalle la Riva Grande, si prosegue verso il ristorante Al Prato, si supera l’hotel Du Lac, fino a quando ci si trova davanti i muri gialli dell’hotel Royal Victoria. Sulla destra, si troveranno degli scalini che portano alla spiaggetta.

Molti turisti si fermano a fare il bagno all’Imbarcadero, alla foce dell’Esino, ma visto il frequente passaggio di imbarcazioni e traghetti è sconsigliato, può essere molto pericoloso.

Per chi viaggia accompagnato dal proprio cane, accanto a Varenna, nella località Olivedo, c’è la Bau Bau Beach, la spiaggia per i cani, dotata di sacchettini e spazzatura dedicata.

 

dove fare il bagno a varenna

 

#4 Prendere un aperitivo vista lago

Sono tantissimi i locali con tavolini all’aperto, vista lago, dove fermarsi per bere un aperitivo, mangiare un gelato, pranzare o cenare. Se volete passare una serata romantica, la Riva Grande è il luogo ideale: vedrete il sole tramontare e il cielo colorarsi di mille sfumature, dal blu al viola.
Potrete avere anche avere la fortuna di avere compagnia: le papere e gli anatroccoli del lago, che ogni tanto si avventurano per le stradine.

 

varenna, borgo pescatori, riva grande, centro lario

#5 Fare un tour a Villa Monastero

Una dimora meravigliosa, ricca di fascino e storia, con un bellissimo giardino botanico, che si affaccia sul lago. Sorta sopra un antico monastero femminile circense, Villa Monastero ha assunto l’aspetto attuale nell’Ottocento, per merito dell’imprenditore tedesco Walter Kees. L’ultimo proprietario è stato Marco de Marchi. Oggi ospita una Casa Museo con 14 sale allestite con mobili d’epoca e un centro convegni. Una delle sale è nominata Kennedy, in onore del presidente americano che si dice sia venuto in visita nel 1963.
Biglietto: la visita alla Villa con il giardino costa 8 €; solo il giardino 5 €.

ville del lago

 

#6 Visitare la chiesa di San Giorgio

In centro al paese, si trova la chiesa di San Giorgio, consacrata nel 1313. Strutturata su tre navate, è un perfetto esempio di architettura lombarda del periodo.
Oltre l’affresco raffigurante  S. Cristoforo sulla facciata, è caratterizzata dalla pavimentazione realizzata con il prezioso marmo nero di Varenna. All’interno si possono ammirare opere notevoli: il Polittico di S. Giorgio opera del 1467 di Jo Pietro de’  Brentanis, un artista locale che rientra nell’arte giottesca dell’Italia superiore; la Pala di altare del 1533, opera del pittore comasco Sigismondo De’ Magistris; il Polittico dell’Altare maggiore, risalente al ’500; il Polittico delle Sante del 1594, ridotta rispetto all’originale.
Da apprezzare anche l’Altare della Madonna del Rosario, di stile barocco e realizzato in marmi grigi e polcromi, e la Statua della Madonna del Rosario, in legno dorato e attribuibile alla scuola senese.

 

#7 Osservare il fiume (temporaneo) più corto d’Italia

Procedendo verso Lecco, si trova Fiumelatte, frazione di Varenna, che prende il nome dal fiume omonimo. Lungo solo 250 metri, Fiumelatte, è uno dei corsi d’acqua più brevi d’Italia. Ma non solo, ha un’altra particolarità. È un torrente temporaneo: compare a fine marzo e scompare a inizio ottobre. Il nome deriva dal colore dell’acqua, che scorre così impetuosa da sembrare latte. Ha incuriosito molti studiosi, fra cui Leonardo che nel Codice Atlantico, l’ha chiamato il Fiumelaccio.
Si raggiunge a piedi, superando il cimitero di Varenna verso Lecco e percorrendo un sentiero che costeggia il lago.

 

fiumelatte fiume temporaneo

#8 Passeggiare nel giardino di Villa Cipressi

Costruita tra il 1400 e il 1800, Villa Cipressi è uno degli hotel deluxe dove è possibile soggiornare a Varenna. Recentemente restaurata, ha avuto in passato diversi proprietari. Nel 1980 venne acquistata dai varennesi, tramite una sottoscrizione volontaria, per essere destinata ad uso pubblico, e oggi è di proprietà del Comune di Varenna.
I giardini sono aperti al pubblico e meritano una visita: sono caratterizzati da scalinate e terrazzamenti digradanti verso il lago, affollate da numerosissime le specie vegetali, tra cui l’agave americana, che qui fiorisce spontaneamente, l’araucaria, il corbezzolo (o pianta dei Patrioti), il mirto, la tamerice, il cipresso, il diospiro, solo per citarne alcune.
Biglietto intero: € 4,00

 

 

3 pensieri riguardo “Cosa fare e vedere a Varenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi