9 cose da fare e vedere a Bellano

Se fosse un personaggio di un film o di un libro, Bellano, comune del Lago di Como, sarebbe la coprotagonista riservata e silenziosa, la spalla del protagonista, quella che gli permette di affrontare e superare tutte le sfide della trama. Ed effettivamente è così che appare, nei libri di Andrea Vitali e nei dipinti di Giancarlo Vitali. Entrambi gli artisti la hanno dipinta e tratteggiata spesso, ma sempre con discrezione. Bellano c’è nelle loro opere, è sempre presente, ma mai in modo invadente.

È tra i suoi vicoli, infatti che si svolgono le storie dei personaggi di Vitali: quella della zitella Iole Vergara, del notaio Luciano Galimberti, della tenera Filzina…


Sono invece i suoi abitanti, i suoi luoghi e i suoi edifici ad apparire nei quadri di Giancarlo Vitali: ci sono il macellaio, il medico, il carabiniere, ma ci sono anche la scuola e le innumerevoli chiese.

Ciascuno di noi può trovarsi a vivere questa magia, passeggiando tra i suoi vicoli. Bellano è un comune da visitare, anche perché al suo interno custodisce dei tesori da scoprire e delle chicche da non perdere, che vanno ammirate dal vivo, non solo attraverso le parole e le immagini dei due artisti.

Bellano è Bandiera Arancione del Touring Club Italia

Ed è forse questo insieme di storia, bellezza naturale e cultura che le ha permesso di vincere il premio Bandiera Arancione del Touring Club, il certificato di eccellenza dedicato ai borghi “a misura d’uomo”.
Queste le motivazioni della Bandiera Arancione assegnata a Bellano: “La località, vivace e immersa in un contesto naturalistico di pregio, si distingue per il centro storico raccolto ed omogeneo, per la buona fruibilità degli attrattori e per l’esaustività della segnaletica di informazione presso gli stessi. Il servizio di informazioni turistiche (sia il punto informativo ben visibile e ben fruibile, sia il sito web) è efficiente e permette di ricevere informazioni e materiali utili per scoprire la località e il territorio. Le risorse naturalistiche, come l’Orrido e il Sentiero del Viandante, sono ben promosse e comunicate”.

Con Bellano salgono a 13 le località della Lombardia certificate con la Bandiera Arancione, di cui tre sul Lago di Como: oltre Bellano, erano già stata premiate Torno e Menaggio.

Ti abbiamo incuriosito abbastanza? Vuoi immaginarti nei panni di uno dei personaggi di Andrea Vitali?
Ecco allora 9 consigli su cosa fare e vedere a Bellano.

 

Pioverna, cosa vedere a Bellano, lago di como
L’Orrido di Bellano

1. L’Orrido di Bellano

L’attrazione principale da non lasciarsi sfuggire è in assoluto l’Orrido di Bellano, una gola naturale formatasi 15 milioni di anni fa, scavata dal torrente Pioverna. Si trova tra piazza S. Giorgio e l’ex Cotonificio Cantoni ed è circondato da un muro per tutto il perimetro, che ne custodisce la meraviglia. Superato l’ingresso, si incontra sulla destra la torretta Ca del Diavol, un edificio esagonale disabitato, che ha ispirato moltissimi scrittori e tante leggende (con un nome così, non poteva essere diversamente). Superata la torretta, ci si addentra finalmente dentro la gola, che si può percorrere interamente, grazie a una passerella ancorata alle pareti rocciose, a 30 metri d’altezza. Qui, ci si trova davanti a uno spettacolo della natura: il Pioverna che ruggisce e scorre impetuoso, tra cascate e pareti di roccia ricoperte di muschio.

Prezzi

Ingresso intero: euro 4,00
Ragazzi (fino ai 12 anni): euro 3,50

Per gli orari, consultare il sito del Turismo di Bellano.

 

Cosa fare e vedere a bellano
Il Circolo dei Lavoratori di Bellano, citato nei libri di Andrea Vitali

 

2. Tour per i luoghi raccontati da Andrea Vitali

Se hai amato Una finestra vistalago, Un amore di zitella, la figlia del Podestà, Olive comprese… non potrai non ricercare con lo sguardo i luoghi, gli scorci, i monumenti, le facce delle persone citate nei libri.

La statua di Tommaso Grossi al molo, il Circolo dei Lavoratori, il cinema, il Cotonificio Cantoni, il Municipio, il bar Testori… Ogni angolo, pietra o gradino custodisce le parole dello scrittore.
Se vuoi provare a guardare il Lago di Como e Bellano con il suo sguardo, cerca la panchina di fronte al porto che il comune gli ha dedicato e siediti lì ad ascoltare i tuoi pensieri e ammirare il paesaggio. Da quella panchina, infatti, si ha una vista privilegiata sulla sponda opposta del Lario.

 

cosa fare e vedere a Bellano, lago di como
La Chiesa S.S. Nazaro e Celso, ritratta da Giancarlo Vitali

 

3. Una visita alla Chiesa S.S. Nazaro e Celso e alla Chiesa di Santa Marta

Situata a pochi passi dall’ingresso dell’Orrido, la Chiesa S.S. Nazaro e Celso è stata costruita nel XIV secolo. Di stile tardo romantico, è caratterizzata dalla facciata a bande bianche e nere e dal grande rosone in terracotta, sotto cui spicca il tabernacolo con la statua di marmo dedicata a Sant’Ambrogio. L’interno, a tre navate, è riccamente affrescato e ospita diverse opere in legno scolpito: i pulpiti, l’altare, il leggio e la fonte battesimale.

Poco distante si trova la chiesa di Santa Marta, la cui origine risale al 1455. Di quel periodo, custodisce un prezioso gruppo ligneo di nove statue a grandezza naturale raffigurante la Deposizione, attribuito allo scultore Angelo del Maino, attivo dal 1496 al 1536.

 

cosa fare e vedere a bellano, sul lago di como
Il porto di Bellano

4. Una passeggiata sul lungolago

Dal Lido all’Ospedale, Bellano si può percorrere quasi tutta camminando sulla lungolago, che è una passeggiata bella e ariosa, da cui si può ammirare il lago e le montagne della sponda opposta del Lario. La vista spazia da Menaggio a Dongo.

Se si parte dal Lido, si attraversa il torrente Pioverna, si costeggia il Circolo Vela, si percorre la via Tommaso Grossi, dove non è difficile trovare delle bancarelle, si raggiunge l’Imbarcadero e il porto e si prosegue su via Carlo Alberto, che porta all’Ospedale e infine fuori dal paese. La passeggiata è puntellata da numerose panchine (compresa quella dedicata a Andrea Vitali), dove ci si può sedere e ammirare il panorama.

 

cosa fare e vedere a bellano
I vicoli di Bellano, nel centro storico.

 

5. Un giro nei vicoli con aperitivo all’enoteca

Le case che si affacciano sulla strada principale, via Vittorio Veneto, custodiscono il cuore di Bellano: un borgo affascinantedove è piacevole passeggiare e fermarsi a curiosare tra portoni antichi, corti, androni di dimore d’epoca e stemmi araldici che rimandano al ricco passato. Tra le vie, si trovano diverse botteghe storiche, come La Piazzetta (via A. Manzoni 86), che vende splendidi tessuti e accessori per arredare casa, il macellaio, forse lo stesso dipinto da Giancarlo Vitali, la pasticceria Lorla (piazza S. Marta 2), buonissime le torte, l’enoteca, La Taverna Malanotte (via A. Manzoni 74), dove ci si può fermare per bere un bicchiere di vino.

 

6. Mangiare pizzoccheri & missultin

Oltre alle chiese, Bellano è ricca di ristoranti. Nella mia top list ci sono i pizzoccheri e la pizza del Ristorante Cavallo Bianco (via V. Veneto 29); gli agoni in carpione della Trattoria del Ponte (via C. B. C. di Cavour, 12) e gli scapinasc dell’Albergo Ristorante All’Orrido (Via XX Settembre, 19). Mi hanno parlato anche molto bene dei pizzoccheri del Ristorante La Darsena (via Carlo Alberto, 8): è il prossimo che proverò.

 

cosa fare e vedere sul lago di como
La facciata del Santuario di Lezzeno

7. Un pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Lezzeno

Situato alle spalle di Bellano, in località Lezzeno, il Santuario della Madonna di Lezzeno domina il paese e il Lago di Como. La leggenda narra che il 6 agosto del 1688, un contadino del posto passò davanti a una cappella votiva, che raffigurava la Madonna e cominciò a recitare l’Ave Maria. Fino a quando si accorse che l’immagine di Maria piangeva lacrime di sangue.

Due anni dopo, il 6 agosto 1690, venne posata la prima pietra del Santuario, nel quale, in una nicchia sopra l’altare, è collocato il tondo in gesso con l’immagine di Maria. Dietro gli altari, si trova una ricca collezione di ex-voto.

 

cosa fare e vedere a bellano
Il Sentiero del Viandante, nella tratta da Bellano a Dervio

8. Un trekking per il sentiero del Viandante

Da Abbadia Lariana a Piantedo, il Sentiero del Viandante è un’antica mulattiera che risale al periodo romano e percorre la costa orientale del Lago di Como.

Da Bellano si può andare in direzione Varenna, verso sud, oppure proseguire verso nord e raggiungere Dervio. In entrambi i casi si cammina immersi nella natura, ammirando il lago, attraversando agglomerati di case rurali, ruderi, mulini, cappelle, terreni coltivati.

 

9. Una visita al museo La Ca de Radio Vecc

Un piccolo museo (stipatissimo) nato dall’amore per le radio, che in 50 anni hanno raccolto, restaurato e conservato numerosi esemplari, spesso pezzi unici. La collezione dedicata ai grammofoni e alle radio d’epoca, parte dai primi apparecchi radiofonici degli anni ’20 e arriva ai giorni nostri. Non mancano i pezzi che hanno segnato la storia del design, come la Brionvega o il fonografo di Edison.

Apertura da Aprile a Settembre
Ore 9-12.00/14.30-18.00
Lunedì Chiuso

Via Privata dell’Achille, 7 – Bellano
Cell. 331 805 4154

 

Come arrivare a Bellano

Bellano si trova sulla riva orientale del Lago di Como, dopo Varenna nella direzione di Colico, e sorge sulla foce del torrente Pioverna, che scende dalla Valsassina. Dista circa mezz’ora di strada da Lecco e un’ora da Milano.

Si può raggiungere in treno, con la linea ferroviaria Milano-Tirano, o in auto.

Per chi è in macchina, a Bellano si raggiunge con la strada statale 36, una superstrada che consente di arrivare in un’ora da Milano.

Chi preferisce le strade panoramiche, può percorrere la provinciale 72 che costeggia tutto il lago. Un modo per godersi la bellezza del Lario e lasciarsi conquistare dal paesaggio.

Da Bellano, si arriva anche in Valsassina e in Valvarrone.

 

Noi abbiamo trovato 9 idee: 9 cose da fare e vedere a Bellano. Ci aiuti a trovare la decima (ci piacciono i numeri tondi!)? Scrivi nei commenti i tuoi suggerimenti, aggiorneremo l’articolo.

 

Passerai un weekend sul Lago di Como? Ecco le 15 tappe imperdibili da visitare.

 

cosa fare e vedere a Bellano
L’Orrido di Bellano, visitabile attraverso un sistema di passerelle ancorate alla roccia.

 

cosa vedere sul lago di como
Uno dei cortili che si scoprono camminando per i vicoli di Bellano

 

cosa vedere a bellano sul lago di como
Il lungolago di Bellano in un dipinto di Giancarlo Vitali, esposto nella mostra Mortality with Vitali di Peter Greenaway.

 

cosa vedere sul lago di como, trekking
Il panorama dal Santuario di Lezzeno.

 

cosa vedere a bellano, sul lago di como
L’interno del Santuario di Lezzeno a Bellano.

 

dove mangiare sul lago di como
Un piatto di scapinasc del Ristorante All’Orrido di Bellano

2 pensieri riguardo “9 cose da fare e vedere a Bellano

  • 04/02/2018 in 9:05
    Permalink

    Ho vissuto x diversi anni a Bellano e ho molto apprezzato l’affettuosita e l’accoglienza della gente del posto . Il paesaggio è incantevole !!! Anche se da anni vivo in Sicilia penso sempre a a loro e li porterò sempre nel mio cuore!!!

    Risposta
    • 04/02/2018 in 19:06
      Permalink

      Condivido, Giuseppe! Luogo incantevole e persone meravigliose! Spero che troverai il tempo per fare una gita e tornare sul Lago di Como! 🙂

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi