Ammirare il foliage tra le ville sul Lago di Como

Per gli amanti del verde, delle camminate in montagna o in mezzo alla natura, i prossimi mesi sono unici. Settembre inaugura la stagione del foliage: piante e foglie si colorano di nuance eccezionali, dal giallo al rosso, donando ai paesaggi un aspetto meraviglioso. Se avete sempre pensato che è la primavera la stagione migliore per dedicarvi ad hiking e trekking, dovete ricredervi. Il periodo più bello è quello che va da fine settembre a inizio novembre, quando gli alberi sembrano ricoprirsi di fiori di tutti i colori.
E poi, è un’attività che ha solo pregi: è gratis, basta solo indossare scarpe e vestiti comodi, non ci sono limiti di orari, si può fare in compagnia e basta davvero solo uscire di case e mettersi a camminare.
Se però avete bisogno di stimoli e di obiettivi, ecco gli eventi sul Lago di Como per apprezzare questa fase particolarmente fortunata. Direzione: le ville del Lago di Como.
Si sa, le ville sul lago hanno dei parchi meravigliosi, da vedere in qualunque stagione. Merito dei proprietari illuminati che le hanno personalizzate nel corso dei secoli e che, come era di moda nell’Ottocento, hanno voluto creare dei giardini botanici da ammirare, per stupire i loro illustri ospiti. Fra queste spiccano Villa del Grumello a Como, Villa Carlotta a Tremezzina e Villa Melzi D’Eril a Bellagio, che ha recentemente vinto il concorso per Il parco più bello d’Italia e Villa Monastero a Varenna. 

Per l’occasione, nelle tre ville sul lago, fino a novembre, si tiene I Boschi incantatati di Husqvarna, un’iniziativa promossa da Grandi Giardini Italiani e Husqvarna, azienda leader nella produzione di attrezzature professionali per la cura del verde, per far conoscere 33 meravigliosi giardini d’Italia. Quindi, oltre a passeggiare e rimanere estasiati dalla bellezza della natura e dallo spettacolo del foliage, si può partecipare agli eventi organizzati.

Gli appuntamenti sul lago

In particolare a Villa del Grumello, domenica 25 settembre alle 11.30, si terrà il laboratorio Non cercate il basilico a dicembre, dedicato alla conoscenza e all’uso delle piante aromatiche in cucina e alla preparazione di un sale aromatizzato alle erbe (massimo 20 partecipanti; costo: 3 euro a persona). Si terrà anche il laboratorio gratuito per bambini dai 4 i 12 anni Porta a casa un albero, per scoprire i tanti modi diversi con cui si può creare un albero.
Inoltre, passeggiando nel giardino, si potrà ammirare il foliage di alberi quali Ginkgo biloba, Sequoia sempervirens, Cedro del Libano, Albero della canfora, Quercia ilex, Faggio purpureo.

Mentre a Villa Carlotta si potrà ammirare il foliage di Ginkgo biloba, Metasequoia glyptostroboides e Liquidambar styraciflua. Nel contesto de “I Boschi Incantati di Husqvarna”, Villa Carlotta sarà aperta in via straordinaria sabato 19 e 26 novembre: dalle 14.30 alle 15.30 per i più piccoli si terranno delle letture di fiabe nel parco, mentre per gli adulti si terrà la presentazione del libro Orti Botanici – Eccellenze italiane a cura di Mara Sugni, curato da Marina Clauser dell’Orto Botanico di Firenze e Pietro Pavone dell’Orto Botanico di Catania.

Ai Giardini di Villa Melzi d’Eril a Bellagio, infine, fino a metà novembre, tutti i giorni dalle  9.30 alle 18.30, sarà possibile ammirare il foliage di aceri, cedri del libano, esemplare più longevo, pini di Montezuma e ginkgo biloba.

Il foliage in Italia

Ma lo spettacolo naturale delle piante che cambiano colore si può vedere in tutta Italia e I Boschi incantatati di Husqvarna può essere l’occasione giusta, anche per scoprire 33 magnifici giardini. Si può vedere il cipresso nel Giardino Giusti a Verona, sotto il quale Goethe scriveva il suo diario di viaggio, o l’immensa distesa di boschi dell’Oasi Zegna, che accompagnano lo sguardo verso le montagne del Monviso. O ancora il parco della Reggia di Caserta che si estende per 120 ettari e include Il Parco all’inglese voluto da Maria Carolina Borbone, sorella di Marie Antoinette. O ancora il Sacro Bosco di Bomarzo, parco incantato per eccellenza. Questo ‘folly’, nascosto tra i boschi del Viterbese, è una pietra miliare nella Storia dell’Arte. Le sculture nascoste nella natura costituiscono un percorso esoterico pieno di suggestione.

Per conoscere l’elenco completo dei giardini, gli orari e il programma delle iniziative andare sul sito di Grandi Giardini.

 

In apertura, il giardino di Villa Melzi d’Eril a Bellagio, foto di Grandi Giardini Italiani.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi